Carta dei servizi e standard di qualità

Contenuti pubblicati ai sensi all’Art. 32, c. 1 del d.lgs. 33/2013. e del Dlgs 97/2016, Allegato 1) Sezione "Amministrazione Trasparente" - Elenco degli obblighi di pubblicazione.

Contenuto dell'obbligo

Carta dei servizi o documento contenente gli standard di qualità dei servizi pubblici.

Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013).

E' disponibile la Carta dei Servizi del Comune di Rodengo Saiano, sia in formato HTML (visibile on line) che in formato PDF (scaricabile).


PRESENTAZIONE

Cari concittadini,

poche parole per peresentarVi questo importante volumetto.
 

Si tratta della Carta dei Servizi, una guida pratica e concreta per districarsi fra le procedure amministrative.

L’obbiettivo della Carta è quello di spiegare in maniera chiara i servizi messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale e le modalità attraverso le quali i cittadini possono accedervi.

Vengono indicati i servizi offerti da ciascun settore dell’Amministrazione, dal settore demografico, al settore tributi, al settore tecnico, al settore culturale, e l’approccio corretto al quale, per ciascuna richiesta, il cittadino deve attenersi.

Al di là quindi di spiegazioni teoriche e spesso purtroppo difficili da decifrare, questa Carta si pone come pratico e concreto vademecum al servizio del cittadino, affinché lo stesso, da protagonista consapevole, possa fruire dell’ Amministrazione ottenendo, nel minor tempo possibile e nella maniera più diretta, il risultato ottimale.

Certo dell’utilità di questa pubblicazione e dell’attenzione che vorrete riservarle, porgo cordiali saluti.
 
 
IL SINDACO

INDICE


Acqua
Agibilità
Anziani ("Servizi Sociali")
Assegni - Borse - Premi di Studio
Autocertificazione
Autorizzazione passi carrabili
Cambio di residenza
Carta d’identità
Certificato di Destinazione Urbanistica
Certificati di Nascita, Matrimonio, Morte
Certificato di Cittadinanza
Certificato di esistenza in vita
Certificato di godimento dei diritti politici
Certificato di Residenza
Certificato di Stato di Famiglia
Certificato di Stato Libero
Certificati ed estratti di Nascita, Matrimonio, Morte
Contrassegno per Disabili
Denuncia d’inizio attività per opere edili (Art. 41 L. R. 12/2005)
Denuncia di Morte
Denuncia di Nascita
Dichiarazioni sostitutive di atto di Notorietà
Disagio Adulto ("Servizi Sociali")
Documento per minori
Eliminazione delle barriere architettoniche
Gas Metano
Handicap e disabilità ("Servizi Sociali")
Illuminazione Pubblica
ICI
Infortunistica stradale
Lampade votive
Matrimonio e pubblicazioni
Minori e famiglie ("Servizi Sociali")
Opere di manutenzione ordinaria - Attività edilizia libera
Passaporto
Permesso di costruire - art. 33 L.R. 12/05
Refezione scolastica
Residenza per stranieri
Scuole
Servizi sociali
Tariffa rifiuti
Tesoreria comunale
Tessera elettorale
Trasporto scolastico alunni
Urp - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Volontariato

Acqua

La gestione del servizio acquedotto e fognatura è di competenza di:
A.S.M. SPA
Via Lamarmora, 230
Numero verde 800-011639
e.mail: callcenteratasm.brescia.it
Altri contatti: ASMEA (si aprirà in una nuova pagina)
Sede Centrale ASM: Via Lamarmora 230 - 25124 Brescia
Sportello di Iseo: Via Roma, n. 90/C
Numero Verde: 800 011 639

 

Agibilità

Per poter utilizzare i locali oggetto di nuova costruzione, ampliamento, ristrutturazione edilizia, risanamento conservativo e restauro, è necessario ottenere il certificato di agibilità dei locali, presentando contestualmente o successivamente entro 15 giorni dalla comunicazione di fine lavori delle finiture, la relativa domanda in marca da bollo da Euro 14,62 indirizzata al Sindaco.
La domanda viene presentata mediante l’utilizzo di apposito modello disponibile presso l’Ufficio Tecnico, con i contenuti minimi previsti dalla normativa oltre che con i dati del richiedente il permesso di costruire.
I contenuti minimi possono essere non sufficienti a seconda della complessità e della particolare destinazione della costruzione: ecco l’elenco estratto dall’art. 24 e 25 del DPR 45/1994.

  • a. richiesta di accatastamento presso agenzia del territorio (ex UTE Provinciale).
  • b. dichiarazione di conformità dell’opera, salubrità e prosciugatura muri.
  • c. dichiarazioni di conformità degli impianti elettro-meccanici e termoidraulici e degli aspetti tecnici passivi di risparmio energetico.
  • d. collaudi statici.
  • e. certificato di prevenzione incendi
  • f. certificazione conformità superamento barriere architettoniche.

Dalla data di presentazione della domanda, corredata da tutta la documentazione necessaria decorrono, per il silenzio assenso, rispettivamente i termini di trenta e sessanta giorni, a seconda che la pratica edilizia sia stata esaminata dalla ASL locale:

  1. se la pratica è stata sottoposta all’esame ASL locale: entro trenta giorni il certificato di agibilità viene rilasciato dal Responsabile del Servizio, previa verifica della documentazione ed eventuale sopraluogo di verifica dei locali da parte del personale dell’Ufficio Tecnico Comunale. Oltre il termine di trenta giorni l’agibilità si intende attestata per decorrenza di termini;
  2. se la pratica non è stata sottoposta alla ASL locale, la documentazione è la stessa, però il silenzio assenso decorre dopo 60 giorni.

Il certificato viene rilasciato in marca da bollo di Euro 14,62 ed è soggetto al pagamento dei diritti di segreteria pari a Euro 30,00 da effettuarsi presso l’Ufficio Ragioneria. Nel caso di decorrenza dei termini senza che sia stato emesso provvedimento espresso, ai fini degli adempimenti necessari per confermare la sussistenza del titolo che abilita l’utilizzo dell’immobile, tiene luogo del certificato di agibilità , la copia della domanda e dell’eventuale lettera di trasmissione di documentazione integrativa, riportanti il timbro di avvenuta presentazione presso l’Ufficio Protocollo.

 

Assegni - Borse e Premi di Studio

Ogni anno, allo scopo di favorire gli studenti capaci e meritevoli, durante il mese di ottobre, si raccolgono le richieste di Assegni, Borse e Premi di studio. Possono partecipare al concorso gli studenti che frequentano le Scuole di 2. grado Statali o legalmente riconosciute. Le modalità ed i criteri per poter far richiesta, vengono comunicati ogni anno, a mezzo Bandi affissi alle bacheche comunali del paese. Ulteriore riconoscimento viene dato anche agli alunni che hanno frequentato la terza media, residenti e promossi a giugno con la votazione "OTTIMO".
Per ulteriori informazioni: Ufficio Pubblica Istruzione.

 

Autocertificazione

Dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dall’interessato, presentate ad una Pubblica Amministrazione anche contestualmente ad un’istanza. Sono prodotte in sostituzione delle normali certificazioni. Possono essere autocertificati i seguenti stati, qualità personali e fatti: data e luogo di nascita; cittadinanza; godimento dei diritti civili e politici; stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero; stato di famiglia; esistenza in vita, nascita del figlio; decesso del coniuge, dell’ascendente o discendente; iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni; appartenenza a ordini professionali; titoli di studio, esami sostenuti; qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica; situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali; assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto; possesso e numero del codice fiscale, della partita Iva e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria; stato di disoccupazione; qualità di pensionato e categoria di pensione; qualità di studente; qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili; iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo; tutte le posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare nello stato di servizio; di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa; di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali; qualità di vivenza a carico; tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile; di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato. All’autocertificazione debitamente sottoscritta va allegata la copia fotostatica di un documento d’identità del dichiarante.

Qualsiasi ufficio pubblico o qualsiasi impresa che gestisce servizi pubblici (Enel, Telecom, FF.SS,...) è obbligato ad accettare le autocertificazioni. Tale imposizione non è invece prescritta per gli uffici gestiti da soggetti privati.

 
 

Autorizzazione passi carrabili

I passi carrabili sono autorizzati in conformità a specifiche prescrizioni edilizie ed urbanistiche.
Il canone di pagamento del passo carraio per il Comune di Rodengo Saiano non è dovuto.

 

Cambio di residenza

Il trasferimento di residenza sia nell’ambito del territorio comunale sia da un comune ad un altro deve essere segnalato al Comune da un componente maggiorenne della famiglia.

L’interessato deve presentarsi presso l’Ufficio Anagrafe munito di documento di identità e codice fiscale per sottoscrivere la richiesta di cambio di residenza o iscrizione anagrafica. All’atto della richiesta verrà rilasciata ricevuta di dichiarazione anagrafica. Contestualmente alla richiesta di residenza l’Ufficio provvede alle relative comunicazioni per l’aggiornamento delle patenti di guida, dei libretti di circolazione di autoveicoli, motocicli, ciclomotori. Presentarsi quindi muniti di patente e libretto di circolazione dei veicoli di proprietà . Verrà rilasciata ricevuta di modifica di residenza da conservare con la patente. Entro sei mesi dalla richiesta la Motorizzazione Civile invierà gli aggiornamenti direttamente presso il nuovo indirizzo.

 
 

Carta d’Identità

E' il documento di riconoscimento personale necessario per dimostrare la propria identità.

 

Certificato di destinazione Urbanistica

E’ il certificato che, riferito ad una determinata area, attesta la zona e la previsione urbanistica individuata dal Piano Regolatore Generale vigente.
La richiesta del certificato di destinazione urbanistica deve essere indirizzata al Sindaco ovvero al Dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale, apponendo una marca da bollo da Euro 14,62. Il certificato di destinazione urbanistica viene rilasciato di norma entro trenta giorni dalla richiesta, in marca da bollo di Euro 14,63 previo versamento dei diritti di segreteria di Euro 20,00 fino a n.. 3 mappali, oltre a €. 6,00 per ogni mappale in più e ha la validità di un anno.

 
 

Certificati di Nascita, Matrimonio, Morte

Le varie tipologie di certificati indicano data e luogo di nascita, matrimonio o morte.
Il rilascio è immediato ed esente da diritti. I certificati di nascita e morte hanno validità illimitata; il certificato di matrimonio vale sei mesi, ma può essere utilizzato anche dopo la scadenza se l’interessato dichiara in calce che le condizioni in esso contenute sono immutate.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica i certificati anagrafici di nascita, nascita del figlio, morte di coniuge, genitore o figlio possono essere sostituti dall’autocertificazione. Al posto del certificato anagrafico di nascita può essere presentata anche la carta d’identità. Ogni volta che il cittadino chiede un certificato deve specificarne l’uso, al fine di determinare se il rilascio deve avvenire in carta libera o in bollo.

 

Certificato di Cittadinanza

Attesta lo status di cittadino della persona residente.
Occorre rivolgersi all’Ufficio Anagrafe; il rilascio è immediato. Il rilascio del certificato è in bollo e comporta il versamento di Euro 0,52. I cittadini stranieri devono rivolgersi alproprio Consolato. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione o dalla carta d’identità .

 

Certificato di esistenza in Vita

Attesta l’esistenza in vita di una persona e viene utilizzato per pratiche pensionistiche, bancarie,ecc....
Occorre rivolgersi all’Ufficio Anagrafe; il rilascio è immediato. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione o dalla carta d’identità.

 

Certificato di godimento dei diritti politici

Attesta il godimento dei diritti politici; è richiesto per candidarsi alle elezioni o per alcuni concorsi.
Occorre rivolgersi all’Ufficio Elettorale del Comune in cui si è elettori; il rilascio è immediato.
Il certificato in carta libera comporta un costo di Euro 0,26. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è stato mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione.

 

Certificato di Residenza

Attesta il Comune, la strada e il numero civico in cui l’interessato ha fissato la propria abituale dimora.
Occorre rivolgersi all’Ufficio Anagrafe. Il rilascio è immediato. Il certificato è in bollo e comporta un costo di Euro 0,52. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è stato mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione o dalla carta d’identità. Per esigenze specifiche esiste anche il certificato storico di residenza o cronologico di residenza.

 

Certificato di Stato di Famiglia

Occorre rivolgersi all’Ufficio Anagrafe. Il rilascio è immediato. Il certificato in carta libera comporta un costo di Euro 0,26, mentre il certificato in bollo di Euro 0,52. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è stato mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione o dalla carta d’identità. A secondo delle esigenze esistono certificati più specifici che documentano ad esempio lo stato di famiglia storico o al momento del decesso.

 

Certificato di Stato Libero

Indica che l’interessato non è legato da alcun vincolo matrimoniale: celibe o nubile, vedovo/a, ecc....
Occorre rivolgersi all’Ufficio Anagrafe. Il rilascio è immediato. Il certificato è in bollo e comporta un costo di Euro 0,52. Il certificato ha validità sei mesi; può essere presentato anche dopo tale termine se l’interessato dichiara in calce che lo stato non è stato mutato.

Note: nei rapporti con l’Amministrazione pubblica può essere sostituito dall’autocertificazione o dalla carta d’identità se il dato è specificato.

 
 

Certificati ed estratti di Nascita, Matrimonio, Morte

I certificati ed estratti di nascita, morte o matrimonio vengono rilasciati sulla base degli atti contenuti nei registri depositati presso l’Ufficio dello Stato civile.
I certificati sono rilasciati esclusivamente in carta libera ed in esenzione da diritti e non hanno scadenza. Vengono rilasciati dal Comune in cui è avvenuto l’evento e dal Comune di residenza dell’interessato se l’atto cui si riferiscono è stato trascritto. Per gli eventi avvenuti all’estero è possibile rilasciare certificati ed estratti se i relativi atti sono stati trascritti in Italia. Le copie integrali degli atti vengono rilasciate quando ne è fatta espressa richiesta da chi vi ha interesse ed il rilascio non sia vietato dalla legge.

Note: Nei rapporti con l’Amministrazione pubblica gli estratti di nascita, nascita del figlio, morte di coniuge, genitore o figlio possono essere sostituiti dall’autocertificazione.

 
 

Contrassegno per Disabili

Ai sensi dell’art. 88 del Codice della strada le persone in possesso di verbale d’invalidità hanno diritto a presentare richiesta di contrassegno per poter usufruire degli appositi parcheggi. La validità è di anni cinque.

Gli interessati (residenti) devono presentare richiesta, su modulistica da ritirare presso l’Ufficio Polizia Locale, allegando idonea documentazione attestante le condizioni di invalidità . Successivamente l’Ufficio provvederà a rilasciare il contrassegno da esibire sul veicolo utilizzato. La pratica è gratuita.

 
 

Denuncia d’inizio attività per opere edili (art. 41 L.R. 12/2005)

La D.I.A.è un’autocertificazione in base alla quale l’interessato, assumendosi ogni responsabilità (unitamente al progettista ed all’impresa esecutrice dei lavori), comunica al Comune l’inizio dei lavori edilizi relativi ad immobili di proprietà o sui quali vanta un diritto reale di godimento. In base alle vigenti disposizioni nazionali e regionali in materia, tutte le opere edilizie possono essere realizzate per mezzo di D.I.A. Nel caso di interventi ricadenti in zone assoggettate a vincoli di carattere ambientale, la D.I.A. deve essere preceduta da specifica autorizzazione rilasciata dall’ente preposto alla tutela del vincolo.

La denuncia, corredata dalla documentazione necessaria (relazioni, dichiarazioni varie, elaborati grafici) deve essere firmata dal proprietario od avente titolo, dal progettista, dal direttore dei lavori e dall’impresa esecutrice dei lavori. La denuncia va indirizzata al Dirigente del Settore Tecnico o al Sindaco. Alla richiesta deve essere allegata la dichiarazione da parte del progettista (tecnico abilitato) che certifichi la conformità degli interventi da eseguire agli strumenti urbanistici adottati o approvati, ai regolamenti edilizi vigenti, nonché il rispetto delle norme di sicurezza e di quelle igienico-sanitarie ed il versamento relativo ai diritti di segreteria di €. 70,00 da versarsi presso l’Ufficio Ragioneria. Alla D.I.A. deve essere anche allegato il documento unico di Regolarità contributiva della ditta esecutrice.
Presso l’Ufficio Tecnico è possibile ritirare i modelli predisposti per la presentazione della denuncia di inizio lavori; una volta compilata la denuncia va presentata all’Ufficio Protocollo. Prima del deposito la pratica può essere esaminata di concerto con i tecnici comunali, negli orari di apertura al pubblico, per il controllo in ordine alla completezza dei documenti. La denuncia deve essere presentata almeno trenta giorni prima dell’inizio previsto dei lavori e gli stessi devono essere ultimati entro tre anni. Qualora il Comune constati che il progetto depositato non è conforme alle normative vigenti notifica l’ordine motivato di non effettuare gli interventi edilizi previsti.

 
 

Denuncia di Morte

La denuncia di morte deve essere presentata entro 24 ore all’Ufficiale di Stato civile del luogo dove è avvenuto il decesso, da uno dei familiari o dall’impresario di servizi funerari oppure da persona informata del decesso.

Per effettuare la denuncia di morte bisogna presentarsi con l’avviso di morte e la scheda Istat rilasciati dal medico curante. L’Ufficiale dello Stato civile, se l’evento è avvenuto in abitazione, dovrà avvisare l’ASL di competenza per effettuare la visita necroscopica e quindi rilasciare l’accertamento di morte. Se il decesso è avvenuto in Ospedale o in Case di cura sarà la struttura sanitaria a dover effettuare la visita necroscopica. Il trasporto di un cadavere nell’ambito del Comune in luogo diverso dal cimitero oppure fuori dal Comune è autorizzato dall’Ufficiale dello Stato Civile su delega del Sindaco dove è avvenuto il decesso e comunicato al Sindaco del Comune di destinazione. L’Ufficiale dello Stato Civile deve rilasciare in base al certificato necroscopico anche l’autorizzazione al seppellimento. Sia la richiesta che l’autorizzazione al trasporto fuori Comune sono assoggettate all’imposta di bollo che corrisponde ad Euro 14,62. E’ ora possibile, con una dichiarazione del medico dell’ospedale, effettuare il trasporto del defunto a cassa aperta per continuare il periodo di osservazione presso l’abitazione od altro luogo idoneo. In ogni caso la dichiarazione di morte deve essere sempre fatta nel Comune di decesso della persona. In caso di incidenti o morti sospette è indispensabile il nulla osta per il seppellimento rilasciato dall’Autorità Giudiziaria su disposizione del Magistrato.

 

Denuncia di nascita

La denuncia di nascita è una dichiarazione obbligatoria che deve essere registrata dai Comuni. La denuncia di nascita può essere presentata da uno dei genitori, da un procuratore speciale munito di procura redatta da notaio, dal medico, dall’ostetrica o da un’altra persona che ha assistito al parto. Se i genitori non sono coniugati, la denuncia deve essere fatta da entrambi.

La dichiarazione deve essere resa:

  • entro 3 giorni presso il centro di nascita in cui è avvenuta la nascita;
  • entro 10 giorni presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune nel quale è avvenuta la nascita;
  • entro 10 giorni nel Comune di residenza dei genitori o in quello della madre in caso di residenza in Comuni diversi.
Occorre presentarsi con l’attestazione di nascita rilasciata dalla Direzione Sanitaria dell’Ospedale in cui è nato il bambino e con un documento d’identità  Nel caso di dichiarazione resa presso il Comune dove si trova il centro di nascita, l’atto di nascita verrà poi trasmesso al Comune di residenza della madre, su specifica richiesta, o al Comune del Centro di nascita.
 

Dichiarazioni sostitutive di atto di Notorietà

E’ resa dal dichiarante nel proprio interesse e riguarda stati, qualità personali e fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato o relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza non compresi nell’elenco relativo all’autocertificazione.

Sono comprovati dallo stesso mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sottoscritta in presenza del dipendente addetto il quale, previa ammonizione sulla responsabilità penale cui può andare incontro in caso di dichiarazione mendace e dell’accertamento della sua identità personale (mediante esibizione di carta d’identità - patente - passaporto) autentica la sottoscrizione.

 
 

Documento per minori

E’ un documento d’identità con foto autenticata per i minori di quindici anni, valido per l’espatrio.

Per il documento di cui sopra occorre presentare una foto del minore, compilare e sottoscrivere da parte di entrambi i genitori (muniti di un documento) un modulo in distribuzione presso l’Ufficio Anagrafe. In mancanza di uno od entrambi i genitori il modulo va comunque firmato dagli stessi, allegando fotocopia della carta d’identità  Il modulo e il certificato vengono quindi spediti in Questura a cura del Comune o portati direttamente dagli interessati per rendere il documento valido all’espatrio. Scade dopo cinque anni o comunque al compimento del quindicesimo anno d’età .

 
 

Eliminazione delle barriere architettoniche

Il Ministero dei Lavori Pubblici ha istituito un fondo speciale per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati esistenti. Tale fondo ripartito fra le Regioni è assegnato attraverso i comuni in relazione alle domande presentate. Il contributo è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta per costi fino a Euro 2.582,28; è aumentato del 25% per costi da Euro 2.582,28 a Euro 12.911,42 e altresì di un ulteriore 5% da Euro 12.911,42 a Euro 51.645,69 di spesa effettiva. Hanno diritto ai contributi i portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità ovvero quelle relative alla deambulazione e alla mobilità, coloro i quali abbiano a carico i citati soggetti ai sensi dell’art. 16 del DPR n.917/1986, nonché i condomini dove risiedono le suddette categorie di beneficiari. Ai sensi dell’art.11, co.1 del citato decreto non è possibile erogare contributi per lavori già iniziati al momento della presentazione della domanda.

Gli interessati devono presentare domanda al Sindaco del Comune in cui è sito l’immobile con l’indicazione delle opere da realizzarsi e della spesa prevista (utilizzando lo stampato in distribuzione presso gli uffici comunali) entro il termine perentorio del 1. marzo di ogni anno. Gli interessati dovranno inoltre allegare alla domanda: certificato medico in carta libera attestante l’handicap; dichiarazione dalla quale risulti l’ubicazione dell’abitazione nonché le difficoltà d’accesso; certificato attestante l’invalidità con difficoltà di deambulazione; relazione tecnica sul tipo di intervento da effettuare e relativo preventivo di spesa. Il Sindaco entro il successivo 30 marzo di ogni anno trasmette la segnalazione del fabbisogno complessivo del Comune, unitamente alle domande alla Regione Lombardia. Rivolgersi all’Ufficio Tecnico Comunale.

 
 

Gas Metano

La rete di distribuzione del gas metano è gestita da ASMEA gruppo ASM di Brescia per l’intero territorio comunale. La vendita e la relativa fatturazione del gas metano viene effettuata da ASMEA
La domanda per eventuali allacciamenti, modifiche e spostamenti di contatori, per effettuare contratti e variazioni di utenza va presentata direttamente a ASMEA.
Per i guasti avvisare la medesima società.

 
 

Illuminazione pubblica

L’illuminazione pubblica relativa al territorio comunale di RODENGO SAIANO è gestita da ENEL SOLE SPA ad eccezione di alcuni punti luce,g estiti direttamente dal Comune. Chiunque può segnalare guasti, disservizi o situazioni di pericolo relativi alla rete pubblica di illuminazione. E’ anzi particolarmente gradito all’Amministrazione e importante, ai fini collaborativi e della tempestività dell’intervento, che vengano segnalati al Comune eventuali disfunzione nell’erogazione di energia o guasti nel sistema di illuminazione pubblica.
Per segnalazioni chiamare la Polizia Locale ai seguenti numeri:
Polizia Locale al numero 030-611936
Oppure per urgenze 800.638300

Note: per i guasti nella rete privata telefonare direttamente all’ENEL.

 
 

ICI

L’imposta comunale sugli immobili è dovuta da chi possiede o è titolare dei diritti di usufrutto, uso, abitazione,superficie ed enfiteusi su fabbricati e terreni agricoli siti sul territorio comunale. L’anno successivo ad ogni modifica della proprietà in seguito a compravendita, eredità ,ecc. occorre presentare una dichiarazione di variazione.

Il pagamento si effettua presso l’ufficio postale mediante i bollettini disponibili presso l’Ufficio Tributi o presso al Tesoreria Comunale. Il versamento dell’imposta può avvenire in due rate con scadenza il 15 giugno e il 15 dicembre: la prima pari al 50% dell’imposta dovuta, calcolata in riferimento agli immobili posseduti nell’anno in corso e sulla base delle aliquote e delle detrazioni relative all’anno precedente; la seconda pari al saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno in corso. Resta nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in un’unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 15 giugno. Il contribuente non riceve alcun avviso di pagamento, ma deve spontaneamente versare l’imposta alle scadenze del 15 giugno e 15 dicembre.

Note: la dichiarazione ICI, nel caso si siano verificate variazioni nel corso dell’anno precedente, deve essere presentata all’Ufficio Tributi entro il 31 luglio. I modelli di dichiarazione sono disponibili presso l’Ufficio Tributi. Il contribuente può chiedere il rimborso per le somme pagate e non dovute entro 3 anni dal pagamento.

 
 

Infortunistica stradale

Chiunque, circolando nel territorio comunale, si trovi coinvolto in un incidente stradale può richiedere l’intervento delle forze dell’ordine al momento disponibili.
Gli interessati ovvero i testimoni attiveranno a mezzo telefono la Polizia Locale o i Carabinieri oppure la Polizia Stradale, che provvederanno ad inviare una pattuglia sul posto, allo scopo di procedere ai rilievi del caso ed a stilare il rapporto, che servirà in seguito per definire le varie responsabilità. L’intervento è gratuito.

 
 

Lampade votive

Il servizio di illuminazione del cimitero è gestito direttamente dal Comune che ne cura allacciamenti, disdette, variazioni e fatturazioni.
Per informazioni contattare gli uffici comunali al n. 030.6817721.

 
 

Matrimonio e Pubblicazioni

Il matrimonio può essere contratto con rito civile o rito religioso (concordatario e non).
La richiesta di pubblicazioni di matrimonio civile o religioso va fatta nel Comune in cui uno od entrambi i nubendi hanno la residenza. Nel caso di sposi residenti in due Comuni diversi sarà cura dell’Ufficiale dello Stato Civile, a cui la richiesta è stata presentata , provvedere all’invio di analoga richiesta all’altro Comune. In caso di matrimonio religioso, gli sposi devono presentarsi con documento di riconoscimento, codice fiscale, con la richiesta di pubblicazione rilasciata dal Parroco o dal Ministro del Culto competente per territorio e con due marche da bollo da Euro 14,62 (una marca da bollo da €. 14,62 se i futuri sposi non sono residenti nello stesso Comune). Una volta redatto il verbale di pubblicazione al quale devono essere presenti entrambi gli sposi, l’Ufficiale dello Stato civile provvederà d’ufficio alla richiesta della copia integrale dell’atto di nascita dei due futuri sposi e del certificato cumulativo di residenza, cittadinanza e stato libero. Ricevuti gli atti e constatato che non vi sono impedimenti si procede all’affissione per otto giorni consecutivi all’Albo Pretorio del Comune dell’atto di pubblicazione. Al nono giorno l’atto di pubblicazione viene ritirato e solo al quarto giorno dalla scadenza della pubblicazione, se non sono state presentate opposizioni, verrà rilasciato un certificato di eseguite pubblicazioni da consegnare al Parroco. In caso di matrimonio civile i nubendi concordano con l’ufficio la data, l’ora, il luogo del matrimonio e la scelta del regime patrimoniale (la separazione o la comunione dei beni). La sala adibita alla celebrazione di matrimoni civili è la sala Consiliare.
I cittadini stranieri devono presentarsi con il nulla-osta al matrimonio rilasciato dall’Ambasciata/Consolato straniero, redatto o tradotto in lingua italiana e debitamente legalizzato dalla Prefettura per i Paesi che non hanno stipulato convenzioni con l’Italia. Tale nulla-osta deve contenere le complete generalità del futuro sposo/a, nome e cognome, data e luogo di nascita,paternità e maternità , cittadinanza, residenza, stato civile e la dicitura che "Viste le leggi vigenti nello Stato che rilascia il documento, il matrimonio esplica effetti ed è quindi valido".

 

Opere di manutenzione ordinaria - Attività edilizia libera

Ai sensi dell’art. 31, c."a" del Testo Unico dell’Edilizia, art.27 e art. 33 della Legge Urbanistica regionale (L.R.12/2005) sono classificati interventi di "manutenzione ordinaria" quelli "che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti" (ad esempio il rifacimento di pavimenti interni, tinteggiature, riparazione di pluviali e gronde, semplice riordino del manto di copertura). L’esecuzione dei lavori avviene sotto la responsabilità di chi li dispone, sia per quanto riguarda la classificazione, che di conformità alle norme edilizie, urbanistiche ed igienico sanitarie. L’attività edilizia libera consiste negli interventi che, oltre a ricomprendere le attività di manutenzione ordinaria, prevedono interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che non comportano realizzazione di rampe o ascensori esterni o manufatti che alterano la sagoma dell’edificio ed opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo, nonché la realizzazione di piccole coperture stagionali finalizzate a proteggere colture e animali allevati all’aria aperta e in pieno campo, in area agricola, nonché strutture temporanee di carattere geologico o in aree esterne al centro abitato.

E’ sufficiente presentare, prima dell’inizio dei lavori, presso l’Ufficio Protocollo del Comune una semplice comunicazione in carta libera indirizzata al Sindaco o al Dirigente del Settore,dove devono essere descritti i lavori che si intendono eseguire e la data d’inizio degli stessi. Qualora i lavori riguardino tinteggiature, riparazioni di pluviali e gronde, riordino del manto di copertura, ecc. e comunque comportino l’occupazione di suolo pubblico, è necessario inoltrare la relativa richiesta (vedi la voce occupazione suolo pubblico temporanea o permanente).

Per ulteriori informazioni: Ufficio Tecnico comunale.

 

Passaporto

E’ il documento di riconoscimento che permette l’espatrio.
Se il richiedente è maggiorenne il rilascio del passaporto è subordinato alla compilazione e sottoscrizione della richiesta da inviare alla Questura di BRESCIA nella quale il richiedente dovrà dichiarare i propri dati anagrafici. Richiedente con figli minori: se coniugato, nel modulo di richiesta il coniuge dovrà dare l’assenso al rilascio del passaporto e quindi all’espatrio; i conviventi con figli minori sono equiparati ai coniugati; per il divorziato o separato occorre l’autorizzazione dell’ex-coniuge o, in mancanza, il nulla-osta del Giudice Tutelare. Il nulla-osta non è necessario se il richiedente è l’unico esercente la potestà del minore, ad esempio in caso di genitore vedovo.
Per il rilascio del Passaporto occorre:

  • l’autocertificazione da compilarsi sull’apposito modulo di richiesta indirizzato alla Questura
  • n. 2 foto tessera;
  • n. 1 marca da bollo da Euro 40,29;
  • un versamento di Euro 44,66 da versarsi sul c/c postale n. 67422808 intestato al "Ministero dell’Economia e delle Finanze-Dipartimento del Tesoro", con causale "importo per il rilascio del passaporto elettronico"

Note: se il richiedente è genitore di un figlio minore, l’altro genitore deve dare il proprio assenso al rilascio del passaporto;
se il richiedente è minorenne, la richiesta è formulata dai genitori (o da chi ne fa le veci). In difetto, è necessario il nullaosta del giudice tutelare;
per l’iscrizione dei figli minori servono n. 2 foto (di cui legalizzata) per ogni figlio dai 10 ai 26 anni. Nessuna foto è necessaria quando il figlio ha meno di 10 anni.
Se il minore non ha compiuto 10 anni e deve viaggiare con persone diverse dai genitori bisognerà compilare anche una "dichiarazione di accompagno" che non necessita di marca da bollo. Rivolgersi all’Ufficio Anagrafe.
Il passaporto vale dieci anni, dopo i quali non si può rinnovare, ma si deve richiedere un nuovo passaporto.

 

Permesso di costruire - art. 33 L.R. 12/05

E’ necessario per gli interventi di trasformazione edilizia ed urbanistica del territorio comunale volti alla realizzazione di opere di urbanizzazione, nuove costruzioni, ampliamenti e sopraelevazioni di edifici esistenti, demolizione e ricostruzione di fabbricati o parti di esse, ristrutturazione edilizia di fabbricati esistenti, installazione di manufatti leggeri e prefabbricati, in alternativa è possibile il ricorso alla D.I.A., fatta eccezione per gli interventi di nuova costruzione in zona agricola e per gli interventi di cui all’art. 53 c. 3 bis L.R. 12/05.

La domanda di permesso di costruire, indirizzata al Dirigente del Settore, in marca da bollo da Euro 14,62, può essere presentata dal titolare del diritto di proprietà dell’immobile o di altro diritto reale od in alternativa da chi sia in possesso dell’atto di assenso di quest’ultimo, a firma dello stesso richiedente e del progettista.
La domanda deve essere corredata da documenti (disegni,relazioni,attestazioni,ecc.) variabili in funzione del tipo di intervento. Ai sensi dell’art. 38 L.R. 12/05 entro 60 giorni dalla presentazione della domanda il responsabile del procedimento cura l’istruttoria,esprime il parere sulla conformità del progetto alle prescrizioni urbanistiche ed edilizie. Il termine può essere interrotto una sola volta se il responsabile del procedimento richiede all’interessato, entro 15 giorni dal ricevimento della domanda, documenti integrativi, ovvero richiede modifiche con le modalità di cui all’art. 38 della L.R. 12/2005. Dalla data di presentazione della documentazione integrativa, decorre nuovamente il termine sopra stabilito. Entro 15 giorni dalla scadenza del predetto termine, il permesso di costruire - se conforme alle prescrizioni urbanistiche ed edilizie- è rilasciato in marca da bollo da Euro 14,62, previa notifica e versamento dei diritti di segreteria e, se dovuto, del contributo di concessione che può anche essere rateizzato (con presentazione di fidejussione bancaria o assicurativa). Qualora il concessionario intenda realizzare delle opere diverse da quanto rappresentato negli elaborati grafici allegati al permesso di costruire,deve inoltrare domanda di permesso di costruire in variante al progetto originario, utilizzando la medesima modulistica e con le medesime modalità . Il titolare del permesso di costruire rilasciato deve presentare entro e non oltre un anno dalla data di emissione dell’atto (pena la decadenza) la comunicazione di inizio dei lavori, contenente i dati del progettista, del direttore dei lavori e dell’impresa esecutrice dei lavori ed, ove necessiti, del coordinatore per l’esecuzione dei lavori ai sensi del D.Lgs.n. 494/1996. Qualunque variazione degli operatori deve essere comunicata tempestivamente. Contestualmente alla comunicazione di inizio dei lavori deve essere depositata la relazione tecnica ai sensi della Legge n. 10/1991 "Norme per il piano energetico nazionale e il risparmio energetico" e la denuncia delle opere in cemento armato, oltre al documento unico di regolarità contributiva relativo alla impresa esecutrice. L’ultimazione dei lavori deve avvenire entro il termine previsto dal permesso di costruire (tre anni dalla data di inizio dei lavori) e deve essere comunicata con i dati del progettista, del direttore dei lavori e dell’impresa esecutrice dei lavori ed,ove necessiti, del coordinatore per l’esecuzione dei lavori ai sensi del D.Lgs.494/1996.

Rivolgersi all’Ufficio Tecnico comunale.

 

Refezione scolastica

Per gli alunni frequentanti le scuole statali primarie e secondarie di primo grado, è istituito il servizio di mensa. Ogni anno tale servizio deve essere richiesto; le modalità ed i tempi per le iscrizioni vengono trasmessi per tempo alle famiglie, tramite una comunicazione scritta da parte dell’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune.

 

Residenza per stranieri

I cittadini di altri Paesi, che hanno fissato la propria abitazione abituale in questo Comune,possono richiedere la residenza.

Presentarsi con il permesso di soggiorno, il passaporto e l’eventuale composizione della famiglia, certificata dalle autorità del Paese di provenienza con tutti i dati non segnalati su passaporto e permesso di soggiorno (paternità, maternità, stato civile e luogo di matrimonio...) Per le persone precedentemente residenti in altro Comune italiano sono sufficienti il permesso di soggiorno, un documento di riconoscimento e il codice fiscale. La pratica è gratuita. Rivolgersi all’Ufficio Anagrafe.
Ai cittadini comunitari residenti in uno dei Paesi della Comunità Europea, a partire dall’11.04.2007, l’Ufficiale di Anagrafe del Comune di residenza (e non più la Questura di competenza territoriale) rilascia l’Attestazione di Regolarità del Soggiorno in Italia (D.Leg.vo n. 30/2007). Il cittadino comunitario dovrà presentarsi presso l’Ufficio Anagrafe per ritirare la modulistica necessaria e ricevere le informazioni utili al completamento della pratica.

 

Scuole

Nel comune sono attive le seguenti scuole:

  • SCUOLA DELL'INFANZIA "ANNA E MARIA FENAROLI"
    Piazza Don G. Garbelli, 2 - Tel. 030-6810980
  • SCUOLA PRIMARIA STATALE "AI CADUTI"
    Via S. Francesco, 1 - Tel. 030-6810374
  • SCUOLA PRIMARIA PARITARIA "CASA S. GIUSEPPE"
    Via Casa S. Giuseppe, 7 - Tel. 030-610113
  • SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "B. DA NORCIA"
    Via Brescia, 2 - Tel. 030-610191

Per ulteriori informazioni si rimandano gli interessati direttamente alle segreterie dei singoli istituti.

 

Servizi sociali

L’accesso ai servizi e alle prestazioni a carattere sociale avviene attraverso la presentazione da parte degli utenti delle relative richieste all’Ufficio Servizi Sociali del Comune. Qualora l’istanza non riguardi uno specifico servizio, ma si configuri piuttosto come manifestazione di un disagio, saranno gli operatori sociali del Comune, insieme agli utenti stessi, a valutare l’effettivo stato di bisogno e ad attivare, laddove necessario, il processo di aiuto finalizzato a fronteggiare il bisogno espresso.
Negli orari di apertura al pubblico e su appuntamento, l’Ufficio Servizi Sociali garantisce informazione in
merito a:

  • modalità d’accesso, di erogazione e di fruizione dei servizi sociali e socio-sanitari attivi sul territorio comunale, distrettuale;
  • richieste di contributi economici per particolari condizioni socio-economiche, come da Piano Socio Assistenziale comunale (fondo sostegno affitto, assegno di maternità , assegno al nucleo familiare numeroso, buono sociale per anziani ecc.);
  • agevolazioni economiche e/o fornitura di servizi per categorie protette: portatori di handicap, senza fissa dimora, ecc.
  • consulenza per pratiche amministrative/legali: ISEE, gratuito patrocinio, fondo sostegno affitto, assegni di maternità, invalidità civile, contributi provinciali per disabili sensoriali.

Il personale dell’Ufficio offre inoltre colloqui di consulenza, di orientamento, di sostegno e di valutazione sociale per singoli, famiglie o gruppi di volontariato. A seguito di questo contatto di orientamento potrà avvenire la presa in carico da parte dei Servizi Sociali comunali, con l’attivazione del servizio opportuno al bisogno analizzato (inserimento lavorativo, assistenza domiciliare per minori, S.A.D., ricovero, ecc.) in collaborazione con gli enti specialistici presenti sul territorio.

L’Assessore ai servizi sociali e politiche giovanili riceve il pubblico il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00 e il giovedì dalle 11.00 alle 12.00 oppure su appuntamento.

Sono presenti sul territorio comunale anche 3 patronati di previdenza sociale localizzati in un ufficio messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale in via San Dionigi, n. 11, con i seguenti orari di apertura al pubblico:

 
PATRONATO GIORNO ORARIO
  MATTINO POMERIGGIO
M.C.L. LUNEDI’
GIOVEDI’
  14,00 - 16,00
  MERCOLEDI'
(solo per compilazione
mod. 730 e mod. UNICO)
08:00 - 17:00
(dal 12.03.2008
al 25.06.2008)
 
 
S.P.I. - C.G.I.L. MARTEDI’ 9,00 - 11,00  
F.N.P. - C.I.S.L. VENERDI’ 9,00 - 11,00  
 


OGNI MERCOLEDI’ - dalle ore 17,00 alle ore 19,00 = PUNTO FAMIGLIA
OGNI 1. MERCOLEDI’ DEL MESE - dalle ore 14,00 alle ore 17,00 = COMUNITA’ HACCOGLIENTE
OGNI 2. MERCOLEDI’ DEL MESE - dalle ore 20,00 alle ore 23,00 = MOTOCLUB R.S. ‘77

Di seguito si riporta l’elenco dei riferimenti per i servizi presenti sul territorio divisi per area di intervento:

AREA ANZIANI

I servizi per anziani si esplicitano in una molteplicità di interventi ed azioni. Offrono supporti assistenziali a persone che si trovano in particolari situazioni di disagio o di non autosufficienza temporanea:

  • Sportello Anziani.
    Lo Sportello Anziani permette al cittadino di avere informazioni complete in merito ai diritti, alle prestazioni, alle modalità di accesso ai servizi, di conoscere le risorse sociali disponibili sul territorio in cui vive, che possono risultare utili per affrontare esigenze personali e familiari nelle diverse fasi della vita. L’addetta al servizio offre, inoltre, assistenza alla presentazione delle domande per invalidità civile, esenzione tickets e fornitura di protesi e ausili.
    Lo Sportello Anziani è attivo dalle ore 11.00 alle ore 13.00, dal lunedì al venerdì con esclusione del mercoledì.
  • Servizio di assistenza domiciliare (S.A.D.)
    Prevede interventi di assistenza ed igiene della persona al fine di facilitare la permanenza dell’anziano nel proprio ambiente di vita e ritardarne il ricovero presso strutture residenziali.
    L’attivazione del servizio avviene su richiesta dell’interessato o di chiunque sia informato della necessità assistenziale in cui versa la persona. Il possesso dei requisiti necessari per accedere al servizio viene valutato dall’Assistente sociale, in collaborazione con la referente comunale del servizio domiciliare.
    La partecipazione degli utenti ai costi del S.A.D. è commisurata in base al reddito.
  • Consegna pasti a domicilio
    Il servizio consiste nella consegna a domicilio dei pasti al fine di
    • garantire a persone che non sono in grado di provvedere alla preparazione del pranzo, un pasto quotidiano vario e completo di tutti i principi nutritivi
    • contrastare abitudini alimentari scorrette.
    Il servizio viene fornito da lunedì a venerdì, per il solo pasto del mezzogiorno. Esso viene preparato in porzioni monodose dalla ditta incaricata e recapitato al domicilio dell’utente attraverso personale con qualifica di Ausiliario Socio Assistenziale (una dipendente comunale, una dipendente dalla Cooperativa Genesi).
    L’attivazione del servizio avviene su richiesta dell’interessato o di chiunque sia informato della necessità in cui versa la persona. Il possesso dei requisiti necessari per accedere al servizio viene valutato dall’Assistente sociale, in collaborazione con la referente comunale del servizio domiciliare.La partecipazione degli utenti al servizio è commisurata in base al reddito.
  • Telesoccorso
    Consiste nell’installazione al domicilio dell’utente di una piccolissima apparecchiatura composta da un medaglione da portare al collo dotato di un pulsante da premere in caso di bisogno e da un dispositivo inserito nel telefono, collegato alla centrale operativa 24 ore al giorno, subito attivo al momento della chiamata.
    L’ammissione al servizio avviene su richiesta dell’interessato o di chiunque sia informato della sua necessità di usufruire del telesoccorso. La sussistenza di tale necessità viene valutata dall’assistente sociale del Comune di Rodengo Saiano. In caso di comprovata necessità, l’assistente sociale inoltra richiesta di istallazione alla ditta incaricata del servizio di telesoccorso.
    La partecipazione degli utenti al servizio è commisurata in base al reddito.
  • Centro Diurno Integrato (CDI)
    Il Centro Diurno Integrato di Rodengo Saiano, situato all’interno della Residenza Sanitaria Assistenziale "Tilde e Luigi Colosio", è attivo dal lunedì al venerdì con orario continuativo dalle ore 8.00 alle ore 17.00. E’ stato pensato e realizzato al fine di fornire un servizio nel settore dell’assistenza agli anziani in regime di semi-residenzialità, ponendo attenzione agli aspetti alberghiero assistenziali e medico sanitari.
    Per accedere al Centro, gli interessati devono presentare domanda di ammissione, ritirando l’apposita modulistica presso la segreteria della RSA.
  • Residenza sanitaria assistenziale (RSA)
    Il servizio accoglie persone per le quali non è possibile intervenire con altre forme di assistenza che permettano la loro permanenza presso il proprio domicilio.
    La domanda di inserimento deve essere presentata dall’interessato o da un familiare all’UCAM del Distretto Asl n. 2 con sede a Gussago che, dal 2006, gestisce direttamente l’accesso alle RSA della Zona tramite una lista unica di prenotazione a livello distrettuale.
  • Interventi con valenza aggregativa e socializzante
    Il Corso di ginnastica, il Corso di nuoto, la Festa dell’Anziano e i Soggiorni climatici hanno una forte valenza aggregativa/socializzante e perseguono l’obiettivo di favorire l’inserimento dell’anziano nella comunità, di ridurre il rischio di isolamento, di offrire utili stimoli all’attività mentale, fisica e sociale dell’anziano in modo da contribuire ad allontanare fenomeni di decadimento psico - fisico.
  • Servizio trasporto
    Il servizio di trasporto si rivolge alle persone impossibilitate a provvedere ai propri spostamenti in forma autonoma o con mezzi di trasporto pubblico per problemi psico-fisici e perchè non dispongono di una rete parentale e/o amicale in grado di soddisfare la necessità del trasporto.
    La richiesta del servizio deve pervenire all’Ufficio Servizi Sociali, di norma, con tre giorni di anticipo con chiara evidenza della necessità dell’intervento e l’istituto dove questo deve essere effettuato.
    Il servizio prevede un concorso spesa degli utenti di € 6,00 a viaggio.

AREA HANDICAP E DISABILITA’

  • Interventi e progetti di integrazione sociale.
    • Assistenza domiciliare educativa, su richiesta delle famiglie, da attuarsi con il personale incaricato dell’assistenza ad personam scolastica là dove possibile, con personale da individuare ad hoc ed anche, eventualmente, avvalendosi del servizio di ADM, gestito a livello distrettuale;
    • Assistenza ad personam durante i GREST estivi parrocchiali (potenziali fruitori tutti gli alunni con assistente ad personam);
    • Assistenza per progetti proposti dal GLH o per richieste di singole famiglie nel periodo estivo e non (assistenza più trasporto per corsi di acquaticità , musicoterapia …);
    • Esercitazioni dell’autonomia: sono attuati e in collaborazione con la locale ASL e prevedono una collocazione non remunerata presso ditte, istituzioni o realtà specifiche ai soli fini della socializzazione.
    • Progetti L. 162/98: progetti di assistenza o sostegno alla vita autonoma, a valenza di integrazione sociale, per soggetti aventi la certificazione di gravità. La richiesta di finanziamento del progetto è presentato dalle famiglie tramite il Comune che è l’Ente inviante. La quota non coperta dal finanziamento deve essere sostenuta dalla famiglia o dal Comune.
    • Progetti a valenza socializzante: progetti sperimentali, per ora solo di poche ore settimanali, finalizzati a sostenere la socializzazione e l’autonomia di persone in condizione di handicap grave.
  • Servizio di Integrazione scolastica di studenti in situazione di handicap.
    Il servizio è destinato a persone in situazione di handicap certificate ai sensi della legge 104/92, frequentanti la scuola. L’assegnazione di un assistente all’autonomia, in particolare, deve essere esplicitamente richiesta dalla certificazione.
    Il servizio di assistenza è completamente gratuito per l’alunno disabile.
  • Contributi per l’acquisto di "strumenti tecnologicamente avanzati" per disabili - L.R.n. 23/99.
    Ai cittadini che presentano una disabilità certificata, la Regione offre la possibilità di richiedere la fornitura di strumenti tecnologicamente avanzati , la cui funzione consenta loro di ridurre le difficoltà ed il disagio che vivono. Il servizio sociale comunale, insieme ad altri servizi, ha il compito di pubblicizzare tale strumento legislativo e di accompagnare il richiedente nella compilazione dei moduli.
  • Servizi diurni per l’handicap
    I servizi diurni per disabili sono distinti sostanzialmente in due tipologie:
    • C.D.D. "Centro Diurno per persone con disabilità "unità di offerta semiresidenziali rivolte all’accoglienza di persone disabili gravi di età superiore ai 18 anni;
    • C.S.E. "Centro Socio Educativo" per disabili: "Servizio diurno, pubblico o privato, per disabili la cui fragilità non sia compresa tra quelle riconducibili al sistema socio sanitario. Gli interventi socio educativi o socio animativi, sono finalizzati: all’autonomia personale, alla socializzazione, al mantenimento del livello culturale, propedeutici all’inserimento nel mondo del lavoro".
  • Servizi residenziali per l’handicap
    I servizi residenziali per disabili sono distinti sostanzialmente in tre tipologie:
    • C.A.H.: Comunità alloggio socio assistenziale per persone con disabilità
    • C.S.S.: Comunità alloggio socio sanitaria per persone con disabilità
    • R.S.D.: Residenza sanitario assistenziale per persone con disabilità
  • Inserimento e reinserimento lavorativo
    Il servizio sociale opera in modo sempre più consistente per l’inserimento e reinserimento lavorative delle persone in stato di svantaggio, in collaborazione con il Nucleo Integrazione Lavorativa, le cooperative sociali di tipo "B" e la Provincia di Brescia:
    NIL e Cooperative di inserimento lavorativo si occupano in particolare delle tipologie di svantaggio previste dalla L. 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili) e dall’art. 4 della L. 381/91 (invalidi fisici, psichici e sensoriali, ex degenti di istituti psichiatrici, soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione).
    La Provincia si orienta in particolar modo sui destinatari previsti dalla L. 68/99. In queste situazioni, i casi con caratteristiche di maggiore problematicità sono preferibilmente seguiti dal NIL che offre un supporto operativo maggiore rispetto alla Provincia e che garantisce l’affiancamento dell’utente in azienda.

AREA MINORI E FAMIGLIE

  • Servizio Tutela minori
    Il servizio sociale del Comune di Rodengo Saiano si fa carico, con gli altri enti ed istituzioni preposti, della tutela dei minori in situazione di rischio.
    La tutela si attua su più fronti: da una parte è necessario garantire ai minori maltrattati, abbandonati o trascurati interventi tempestivi che allontanino le cause di tali violenze, dall’altra bisogna poter operare affinché ogni minore, anche quello più emarginato, abbia pari opportunità di accesso ai diritti fondamentali che la società riconosce ad ogni bambino.
    Per raggiungere questi scopi il Comune opera in raccordo con l’Asl e garantisce, direttamente, in forma congiunta, mediante il Piano di Zona, o attraverso affidamento all’Asl stessa i seguenti servizi:
    • INTERVENTI DI SOSTEGNO E TERAPIA
    • TUTELA MINORI
    • EDUCATIVA DOMICILIARE PER MINORI
    • AFFIDI
    • ADOZIONI
    • CENTRI DI PRONTO INTERVENTO
    • COMUNITA' ALLOGGIO PER MINORI
    • CONSULTA GIOVANI
  • Servizio di assistenza domiciliare educativa per minori.
    Destinatari degli interventi di assistenza domiciliare educativa sono i minori e le famiglie a rischio di emarginazione laddove la relazione genitori-figli risulti disturbata o si rilevi inadeguatezza educativa da parte delle figure parentali.
  • "Crescogiocando": spazio gioco con personale educativo per minori da 0 a 6 anni accompagnati dai genitori. Offre l’opportunità di socializzare sia ai piccoli che alle famiglie sviluppando nuove relazioni e il senso di appartenenza alla comunità .L’attività si articola in due giorni settimanali per due ore.
  • Grest parrocchiali:E’ un servizio, organizzato dalle tre Parrocchie nel periodo estivo con l’obiettivo di sostenere le famiglie e di creare occasioni di animazione ed aggregazione per i ragazzi.
    Il Comune di concerto con le tre Parrocchie provvede a:Il servizio si articola in un programma di attività che comprende giochi, gite a parchi acquatici, momenti di gruppo, escursioni, laboratori, ecc. I GREST funzionano per tre settimane dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 17,30 nel periodo che va dall’ultima settimana di giugno alla metà di luglio. E’ garantita la frequenza anche ai ragazzi portatori di handicap grave.
    • organizzare e finanziare corsi di formazione per il personale volontario;
    • mette a disposizione un educatore specializzato in tecniche di animazione e formazione per ogni GRESTcon la finalità di supportare il Coordinatore del servizio;
    • finanzia progetti educativi specifici per i ragazzi di 14 anni, nell’ambito del GREST.

AREA DISAGIO ADULTO

Gli interventi a sostegno di coloro che presentano problemi di grave disadattamento si concretizzano in colloqui di segretariato sociale, di orientamento e di accesso ai servizi, dell’inserimento lavorativo, nonché mediante la collaborazione dei servizi territoriali specialistici, nella realizzazione di progetti di recupero al fine di restituire dignità e un ruolo sociale alla persona in situazione di grave disagio.
Sono destinatari di tali interventi quelle persone che, a causa di un sovrapporsi di esperienze di vita negative o di malattie, faticano a ritrovare da sole le risorse necessarie al superamento del disagio e per le quali è pertanto necessario predisporre progetti individualizzati che spesso coinvolgono diversi servizi e si articolano in un complesso di azioni.
I principali servizi specialistici di riferimento sono:

  • Centro Psico Sociale
    Il Centro Psico Sociale, gestito dall’Azienda Ospedaliera, si rivolge all’handicap psichico offrendo interventi diversificati di tipo psicoterapico, psicologico, sociale, educativo. Il servizio sociale comunale collabora nella formulazione dei progetti riabilitativi, tra cui la frequenza al centro diurno, l’inserimento a centroi residenziale, la ricerca e l’accompagnamento al lavoro, il sostegno della rete parentale,ecc....
  • Servizio per le Tossicodipendenze
    Gestito dall’ASL, si rivolge alle diverse forme di dipendenza: dalle sostanze stupefacenti, all’alcool, al gioco d’azzardo,alla bulimia e anoressia,ecc. Il servizio sociale comunale funge da filtro dell’utenza e, quando necessario, indirizza al Sert con adeguato accompagnamento. Collabora, se coinvolto, nella stesura e gestione del programma terapeutico, offrendo supporti di tipo economico, lavorativo,abitativo e altro.
 

Tassa rifiuti

E' tenuto al pagamento della tariffa rifiuti chi occupa o detiene (anche se non è proprietario) locali ed aree a qualsiasi uso adibiti in base alla superficie dei locali ed al tipo di utilizzazione (ad esempio abitazione, negozio, studio, piazzali di deposito, ecc..)
Il contribuente deve comunicare all'Ufficio Tributi (i modelli sono a disposizione in ufficio) l'inizio dell'occupazione o detenzione dei locali entro il 20 gennaio dell'anno successivo in quello in cui a avuto inizio l'occupazione. Questa denuncia ha effetto anche per gli anni seguenti sino a quando non intervengono variazioni che devono essere comunicate entro lo stesso termine. Si paga tramite servizio postale ricevendo l'avviso di pagamento il contribuente è pregato di rivolgersi all'Ufficio Tributi del Comune negli orari di apertura al pubblico, al fine di evitare che venga emessa cartella esattoriale con costi aggiuntivi a carico del contribuente. La tassa non è dovuta per: l'occupazione di locali o aree scoperte dove si formano rifiuti pericolosi, tossici nocivi, allo smaltimento dei quali è tenuto il produttore stesso; i locali che non sono utilizzati nel corso dell'anno.

Il soggetto gestore del Servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti è la COGEME S.p.A. con sede a Rovato (BS). Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Ecologia al n. 03006817728.

 
 

Tesoreria comunale

Tutti i pagamenti a favore dell'Amministrazione comunale (per servizi scolastici, affitti di case comunali, ecc…) possono essere effettuati presso la Tesoreria Comunale BANCO DI BRESCIA Agenzia di Rodengo Saiano Via Ponte Cingoli, 12.
I bollettini per il pagamento dei tributi locali vengono inviati a domicilio.

Il pagamento dei tributi locali e delle sanzioni amministrative può essere effettuato direttamente presso la Tesoreria Comunale oppure tramite versamento su C/C postale:

  • ccp 11001256 versamento ICI (imposta comunale sugli immobili)
  • ccp 13763255 versamento lampade votive
  • ccp 13763230 versamento cosap (canone occupazione spazi ed aree pubbliche)
  • ccp 13763263 versamento i.c.p. ( imposta comunale sulla pubblicità )
  • ccp 13763248 versamento tarsu (tassa smaltimento rifiuti solidi urbani)

 

Tessera Elettorale

La tessera elettorale, dovrà essere conservata perché servirà per n. 18 votazioni. In caso di smarrimento o furto è possibile ottenere un duplicato presso l'Ufficio Anagrafe/Elettorale con sufficiente anticipo rispetto al giorno della votazione. E' indispensabile per potersi presentare ai seggi, con un documento di identità, e votare. Sulla tessera il presidente del seggio oppone poi un timbro che attesta l'avvenuta votazione.

Chi non la ricevesse entro una settimana dal giorno fissato deve ritirarla all'ufficio Elettorale, presentandosi con un documento di identità .

 

Trasporto scolastico alunni

Il servizio prevede il trasporto con mezzi comunali e non, da casa a scuola e viceversa, degli alunni frequentati la scuola dell’Infanzia, la Scuola primaria e la Scuola secondaria di primo grado dell’"Istituto Comprensivo. Ogni anno tale servizio deve essere richiesto; le modalità ed i tempi per le iscrizioni vengono trasmessi per tempo alle famiglie, tramite una comunicazione scritta da parte dell’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. Il servizio è a pagamento.

Da un paio d’anni è attivo anche il PIEDIBUS che è il più nuovo, sicuro, divertente e salutare modo per andare e tornare da scuola a piedi. E’ un servizio istituito per accompagnare i bambini e le bambine della scuola primaria. Piccoli gruppi di alunni, con l’aiuto di assistenti, sono condotti a piedi verso la scuola. Ha proprio tutto dello "scuolabus": linee, fermate, orari, conducente ….. ma non il RUMORE.
Accompagnati a piedi fin da piccoli, i bambini e le bambine apprendono l’educazione stradale e acquisiscono più velocemente l’autonomia. Meno rumori, aria più pulita. Andare a piedi, non inquina. I bambini aumenteranno la possibilità di esplorare e conoscere il proprio paese, acquisiranno maggior capacità di orientamento e consolideranno il legame affettivo con i propri luoghi di vita. Per ulteriori informazioni: Ufficio Pubblica Istruzione.

 

Urp-Ufficio Relazioni con il Pubblico

L'Ufficio relazioni con il pubblico rappresenta una guida ai servizi comunali, al fine di facilitare i rapporti tra Amministrazione pubblica e cittadini.
Le principali attività svolte sono:

  • fornire informazioni sulla struttura organizzativa del Comune, sull'ubicazione dei servizi e loro orari di apertura al pubblico e di ricevimento:
  • raccogliere i reclami, le osservazioni e le proposte dei cittadini sui servizi comunali;
  • garantire il diritto di accesso agli atti, alle informazioni ed ai documenti del Comune.

L'Ufficio relazioni con il pubblico si occupa altresì della predisposizione e/o della redazione del materiale divulgativo inerente le attività del Comune e la vita del paese (notiziario comunale, pubblicazioni varie).

 

Volontariato

Considerato l’insostituibile ruolo che riveste il Volontariato all’interno di una comunità , l’Amministrazione Comunale organizza iniziative che vedono coinvolte le associazioni presenti sul territorio.
Lo scopo di queste iniziative è di rendere visibili e valorizzare dette associazioni, dando loro la possibilità di esprimersi per sensibilizzare i cittadini.

 
Numero di voti: 123
Puoi esprimere con un voto da 1 a 5 il tuo gradimento per queste informazioni.